Gruppo Radenza (Coop Alleanza 3.0) lancia uno spot sul territorio

Aggiornamento 19 gennaio 2022

Che il gruppo Radenza avesse in atto una trattativa con Coop Alleanza 3.0 lo avevamo già scritto in questo articolo. I dodici punti di vendita Coop in Sicilia sarebbero passati alla società siciliana. Oggi si apre un nuovo capitolo: i 300 store gestiti da Radenza (Crai) avranno insegna Coop. Pare infatti che sia stato sottoscritto il contratto di master franchising con Coop Alleanza 3.0 che porterà la rete vendita a svilupparsi, a seconda delle superfici e dei format, con le insegne Ipercoop, Superstore Coop, Coop e InCoop. In una nota aziendale il gruppo Radenza sottolinea quanto segue: "L'azienda ha già raggiunto un accordo quadro con i sindacati attraverso il quale si è impegnato a garantire i preesistenti livelli occupazionali".

Il processo di rebranding è già stato avviato e proseguirà nel corso delle prossime settimane coinvolgendo sia i negozi diretti che quelli in affiliazione. In parallelo si procederà al piano di acquisizione già annunciato negli scorsi mesi dei dodici punti di vendita presenti in Sicilia e in precedenza gestiti da Coop Alleanza 3.0 e per i quali, come aveva sottolineato la Uiltucs è previsto "un piano di investimenti strutturali da circa 25 milioni nel 2022".

Già pianificate, come sottolineato dal Giornale di Sicilia, le prime aperture. Il 27 gennaio sarà la volta degli store del Forum Palermo, di Milazzo e del centro commerciale Katanè di Catania. A febbraio si inaugura lo store delle Ginestre di Acireale, il punto di vendita di Bronte e l'Ipercoop all'interno del centro La Torre. Si ipotizza l'apertura entro marzo di uno store al centro commerciale Le Zagare di San Giovanni La Punta (Ct). A stretto giro seguirà l'apertura al centro commerciale Ibleo di Ragusa.

La promozione sul territorio

Per promuovere questa operazione, il gruppo ha lanciato uno spot che rende protagonista la Sicilia e i suoi iconici monumenti dislocati in varie province (da Modica a Mondello, da Siracusa alla Scala dei Turchi), diretto dalla regista siciliana Alessia Scarso. In un nota, l'azienda sottolinea: "L’amministratore delegato, Danilo Radenza, che ha incentrato negli ultimi anni il suo progetto imprenditoriale investendo sulle risorse umane ed esaltando quelle paesaggistiche ed architettoniche della nostra terra, ha individuato in Alessia Scarso la regista in grado di poter raccontare ed esprimere al meglio il senso di un progetto, cioè l’adesione al marchio Coop, che non è esclusivamente commerciale ma che ha anche una forte connotazione sociale e culturale. Alessia Scarso, avvalendosi per le musiche del maestro Marco Cascone che ha orchestrato e ri-arrangiato la base musicale e dell’operatore drone, Gianfranco Guccione , ha così visitato e ripreso tutti i luoghi più affascinanti e suggestivi della Sicilia che spesso sono sconosciuti anche agli stessi siciliani".

Sono stati inoltre coinvolti Andrea Assenza di E-motion Pictures, l’attrice Debora Bernardi che ha prestato la propria voce, il maestro Gianluca Abbate per il mix audio e l'assistente alla produzione, Veronica Iemmolo. La produzione è di Arà srl.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome