Il Gruppo Cds lascia Carrefour ed entra in Selex

Cambio di rotta per il gruppo Cds, attivo in Sicilia con 52 punti di vendita di proprietà e 100 negozi affiliati in 7 province dell'isola. L'azienda lascia Carrefour ed entra nel mondo Selex che, dopo la chiusura del rapporto con il gruppo Abate, non era più presente nella regione. Insieme alle proprie insegne Il Centesimo, Max, Zero1, da gennaio 2021 adotterà l'insegna Famila e Famila market per gli store con metrature superiori a 1.000 mq e a 400 mq.
In linea con la tradizione dell'insegna sarà dato ampio spazio ai freschi e alle produzioni locali.

Alessandro Revello, presidente di Selex Gruppo Commerciale, aggiunge: “La Sicilia è la Regione che ci mancava per il presidio totale del Paese, ma volevamo un partner solido, con una visione affine del business, prospettica e lungimirante, e che avesse lo stesso sentiment rispetto all’attenzione al cliente, ai collaboratori, ai fornitori con i quali lavoriamo”.

 

 

Non capita spesso di incontrarsi, sedersi attorno ad un tavolo con rappresentanti di altre strutture e trovarsi, anzi ritrovarsi perfettamente, nei modi di lavoro, nelle storie dei protagonisti, nelle ambizioni concrete. Quello che è successo nei primi incontri con il management di Selex è stato proprio questo -racconta Angelo Agliata, amministratore unico Cds spa-. Si tratta di una scelta coraggiosa, ambiziosa, ma una scelta giusta”.

Il piano di sviluppo

L'ingresso di Selex e l'adozione dell'insegna Famila porterà il gruppo Cds ad una ristrutturazione dei punti di vendita adattati alla nuova immagine. Lo sviluppo si concentrerà su zone non ancora presidiate.
Tra gli obiettivi previsti c'è l'investimento sull'eCommerce ma anche la realizzazione di nuove aperture sia nel canale retail sia nel cash and carry. Per il 2021 si prevede un aumento della rete diretta del +8%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome