Rinaldo Franco: +5% nel 2011

Produttori

Rinaldo Franco spa ha presentato i risultati di bilancio del 2011 nel corso della tradizionale riunione generale in sede con la forza vendita il 30 e 31 gennaio scorso.
I dati sono positivi +5% rispetto al 2010 il totale giro d'affari, che ha raggiunto un valore complessivo di 8,3 milioni di euro, in particolare nelle grandi superfici (gdo e gds) che per il quinto anno consecutivo segnano una dinamica positiva pari al +6%. Un risultato che porta al 48% l'incidenza del canale moderno rispetto alle vendite totali, a fronte di una analoga quota sviluppata nel canale specialistico dei pet-shop e garden center con il marchio Record.

Dati sulle varie linee
Il cuore dell'offerta è costituito dall'accessoristica che pesa circa l'85% del giro d'affari nella gdo/gds seguita dai prodotti per l'alimentazione e snack.
A livello di singole referenze, a mostrare le maggiori rotazioni sul punto vendita sono stati i tappetini assorbenti per cani Assorbipiù e Tapì, le lettiere in carta e ai cristalli di silicio per gatti Cat&Rina, i guinzagli estensibili Flexi, gli ossi di pelle bovina da masticare Best Friend, gli snacks con funzioni di alimento e gioco Delight 8in1, i prodotti per l'igiene e antiparassitari per cani e gatti delle linee FrontLine e Advantix, i mangimi per pesci e tartarughe Acquafriend e Tetra.

Target 2012
L'obiettivo dell'anno in corso è di confermare le performance del 2011 che hanno consentito all'azienda di crescere con un ritmo 3 volte superiore alla media del mercato, guadagnando punti di market-share. “Un obiettivo possibile, nonostante la pesante congiuntura economica - sottolinea Dan Franco (in foto) titolare di Rinaldo Franco spa - grazie alle nuove proposte, molte già testate con successo nei pet-shop, che verranno inserite in primavera nel nuovo catalogo Best Friend per la gdo italiana ed estera”.
A favorire le vendite saranno anche i nuovi investimenti realizzati per elevare il livello di servizio al trade come il sistema informatico Edi per lo scambio di documenti, ordini e fatture con i clienti della grande distribuzione e l'adozione di un programma di display allocation per la definizione dei planogrammi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome