Asse Roma New York per gli store Eataly

Retail

La tanto attesa apertura di Eataly a New York sarà il 31 agosto 2010, al numero 200 della Fifth avenue, in un edificio storico di 15 piani dell’Ottocento.
In questo palazzo, al piano terra, su 5mila mq si snoda la proposta di Eataly: con accesso da tre lati, ci sono il caffè all'italiana, un angolo dicioccolato (Venchi), la birreria (Teo Musso), la pasticceria (Luca Montersino), l'enoteca e i ristoranti tematici (pasta, pizza, carne, verdura, pesce), con una novità: quello dedicato esclusivamente a dessert e frutta.

Altri mille mq sono al piano inferiore tutti dedicati ai servizi: le cucine, la pasticceria, la gelateria, la panetteria. Infine circa 650 mq sono sul tetto, nel rooftop, dove la catena di ristoranti di Mario Batali, chef italo-americano assai noto in Usa, gestirà un locale aperto fino alle due di notte.


Farmer's market e made in Italy
Per l'approvvigionamento e lo stoccaggio dei prodotti dall'Italia c’è un magazzino in Manhattan, mentre frutta e verdura verranno acquistati dai farmer's market intorno a New York.
I prezzi? Sempre democratici: una pizza, sui 12 dollari.

L’investimento per l'Eataly Usa è sui 25 milioni di dollari (un break even point si attesta sui 40 milioni di fatturato annui).

Tra i soci americani c'è il gruppo B&B: Lidia Bastianich, Mario Batali, Joe Bastianich, già del mondo “enogastronomico” made in Italy, cui si sono uniti due finanzieri newyorkesi, amanti dell'Italia: Alex e Adam Saper.

Il megastore di Roma
Intanto, il patron di Eataly, Oscar Farinetti, sta seguendo anche il progetto di Roma, che sarà lo store più grande d’Italia: 14mila mq, all'Air Terminal dell'Ostiense (costruito in occasione dei Mondiali del '90 e poi lasciato in uno stato di abbandono).
In accordo con il Municipio della Capitale, entro
la fine del 2011 l’edificio sarà completamente ristrutturato e ospiterà quattro piano di Eataly.
Il complesso dovrebbe portare posti di lavoro per oltre 200 persone e sarà aperto dalle 10 a mezzanotte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here