Federdistribuzione: già più di 3 milioni lavorano di domenica

Retail

Federdistribuzione ha emanato un comunicato, che riprendiamo e vi proponiamo, in cui fa alcune precisazioni sulla questione del lavoro domenicale, visto che il provvedimento Salva Italia, che ha consentito le liberalizzazioni in termini di orario, "È stato oggetto di strumentalizzazione da parte di chi parla di aperture domenicali e 24 ore su 24 degli esercizi commerciali".

Nuovi bisogni della società
"La legge Salva Italia ha permesso libertà d’iniziativa agli operatori commerciali per quanto riguarda gli orari sia di apertura che di chiusura dei negozi, dando opportunità di adattare gli orari alle esigenze della propria clientela.  Le aperture domenicali rispondono a nuovi bisogni della società e sono un servizio per i cittadini, che dimostrano di apprezzarlo: laddove il punto vendita rimane aperto durante tutta la settimana la domenica è diventato il secondo giorno per affluenza e acquisti dei clienti, subito dopo il sabato."

Sostegno all'occupazione
"Le aperture domenicali rappresentano anche un sostegno all’occupazione in un quadro di tenuta occupazionale cedente e in uno scenario nel quale le opportunità d’acquisto
per i cittadini si diversificano e si ampliano senza alcun limite di orario, come è il caso dell’ e-commerce".
"I dati dell’Osservatorio del Commercio del Ministero dello Sviluppo Economico testimoniano infatti che nel primo semestre del 2012 gli esercizi commerciali in Italia sono diminuiti solo di 2.743 unità, pari allo 0,3% del totale (949.325 esercizi). Un leggero calo imputabile agli effetti prolungati della crisi, non certo alle aperture domenicali".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome