Il Pastificio Antonio Amato, chiuso da novembre, riprende con Antonio Passarelli

Produttori

Il costruttore Antonio Passarelli, proprietario della holding di famiglia che sta costruendo la Stazione Marittima di Salerno progettata da Zaha Hadid e il secondo lotto delle residenze universitarie nel Campus di Fisciano, ha rilevato con la formula di fitto di azienda lo storico Pastificio Antonio Amato, chiuso da novembre 2011, dopo la sentenza di fallimento del Tribunale di Salerno.
L'imprenditore, si è aggiudicato definitivamente la gara del Tribunale, offrendo 928 mila euro l'anno, superando l'altra offerta in gara, che si è fermata a quota 810 mila euro, da parte di Antonino Russo della A.R. Alimentari di Nocera Inferiore.
Soddisfazione per i 140 dipendenti, che ora guardano al futuro dell'azienda, che sembra riprenderà l'attività entro 4 mesi. Passarelli, ha ora tre giorni di tempo per costruire la società che dovrà gestire il pastificio e ha annunciato che con l'inizio del 2013, presenterà il piano industriale, che permetterà di rilanciare la produzione e la commercializzazione del brand Antonio Amato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome