#Retailinprimalinea. Gabrielli: impennata movimentazione merci e nuove assunzioni

Aggiornamento 3 aprile 2020

Nuove assunzioni per il Gruppo Gabrielli che ha rinforzato l'organico con oltre settanta collaboratori per i Magazzini e circa 30 nei depositi di Maltignano e di Monsampolo. “Siamo consapevoli di essere in prima linea nella lotta al coronavirus -spiega il presidente Luca Gabriellie riusciamo a soddisfare ogni richiesta quotidiana dei clienti dei nostri supermercati grazie all'abnegazione dimostrata dai nostri collaboratori ai quali vanno i miei ringraziamenti per quanto stanno facendo e per tutto quello che faranno fino a quando non si concluderà l'emergenza”. A sostegno dei propri dipendenti il gruppo ha adottato una serie di misure: un buono spesa di 150 euro a ciascun collaboratore sia dei punti di vendita, sia dei depositi. Inoltre è stata stipulata una polizza a loro beneficio che copre il rischio di contrarre il coronavirus. Sono state disposizioni per favorire ogni richiesta di flessibilità o permesso da parte di collaboratori con figli in età scolare. Non ultimo, l'azienda sta cercando di ridurre al minimo gli straordinari.

Le misure instore

Nei depositi abbiamo disposto la misurazione della temperatura all’arrivo di tutti gli addetti e dei trasportatori e tutti, dipendenti e non, hanno guanti e mascherine e infine abbiamo disposto una sanificazione completa settimanale -aggiunge l'azienda-. All'ingresso dei nostri supermercati abbiamo messo a disposizione dei clienti salviettine idonee alla pulizia dei carrelli delimitando, con apposite strisce a terra, il metro di distanza dei clienti dai banchi e vengono dati sistematicamente annunci che ricordano l’obbligo della distanza mentre ogni dipendente deve richiamare i clienti al rispetto delle distanze. Abbiamo montato in tutti i punti di vendita barriera aggiuntive in plexiglas a protezione delle/degli addetti alla cassa e mettendo le strisce a terra per distanziare i clienti in fila”.

Movimentazione merci

Il Gruppo Gabrielli tiene a precisare l'importanza dei centri di distribuzione che, soprattutto in questo periodo, devono affrontare una mole di lavoro non comune e che ha subìto un incremento, come sottolinea il responsabile logistica del Gruppo, Sergio Pantaloni. Ad oggi, infatti, si è registrata una media del +45% per i prodotti secchi e del + 55% per i prodotti deperibili.

Fondamentale il ruolo svolto dagli uomini impegnati nei nostri centri di distribuzione che sono, insieme agli altri collaboratori, il cuore pulsante della nostra azienda. Oltre a quello storico di Maltignano e al nuovissimo polo di Monsampolo del Tronto -spiea l’Ad Gruppo Gabrielli Mauro Carbonetti- la logistica continua incessantemente, per mezzo della disponibilità e del lavoro dei nostri uomini, a rispondere alle direttive ministeriali e a garantire con costanza la fornitura capillare delle merci in tutti i nostri punti di vendita. Grazie ai buyer impegnati negli acquisti di merce, ai responsabili commerciali senza dimenticare, ovviamente, tutti gli operatori della logistica che lavorano a ritmi sostenuti in questi giorni nei nostri centri di smistamento della merce e ai dipendenti nei punti di vendita, oggi veri presidi di comunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome