#TopStore 2021 | i negozi imperdibili all’estero

Gdoweek n.19_Top Store 2021
Gdoweek n.19_Top Store 2021

Quali sono i negozi che i professionisti del retail devono conoscere per avere un quadro aggiornato? Quali le insegne e i flagship, in giro per il mondo, che non si possono non vedere per capire come sta cambiando il commercio?

A queste domande hanno risposto sul numero 19_ dicembre 2021 Top Store di Gdoweek, Bernhard Schweitzer, ceo di Interstore | Schweitzer, e Grégoire Kaufman, consulente retail, con una selezione di 50 food store nel mondo, The Schweitzer Selection, (di cui nella rassegna a seguire raccontiamo una parte), suddivisa in 5 categorie che ne inquadrano la caratteristica distintiva primaria, l’elemento differenziante che li rende un format unico, di riferimento e di ispirazione.

1. CELEBRARE ESPERIENZA E MESTIERI

Una piattaforma che mostra e racconta, la trasparenza e la celebrazione del saper fare con:

  • capacità espositive dei responsabili di reparto
  • varietà inimitabile
  • modalità flessibili di selezione e rinnovo dell’assortimento
  • qualità eccellente della selezione di prodotto
  • capacità di mettere in evidenza i prodotti top
  • mix tra sostenibilità moderna e selezione tradizionale
  • location che esalta il prodotto

LONDRA, UK
BOROUGH MARKET

Una visita al Borough Market è una lezione sul cibo. Il marchio ha una storia di 1000 anni ed è stato attentamente sviluppato negli ultimi tempi. Questo permette di stare al passo con le moderne tendenze alimentari sia dei londinesi sia dei visitatori. I commercianti sono un melting pot multiculturale, selezionati in base a criteri unici quali la produzione alimentare sostenibile, le catene di approvvigionamento brevi e le connessioni sociali. Con il suo layout destrutturato, che si estende tra un labirinto di vecchi vicoli e le enormi aree sotto un tetto in acciaio, Borough Market è uno spazio tutto da vivere. Semplicemente magico.

LONDRA, UK
HARRODS FOOD HALL

I padiglioni alimentari di Harrods sono un sogno per i buongustai. Ora, dopo anni di ristrutturazione, comprendono diverse sale specializzate: una per il mercato fresco, una
per il cioccolato, un’altra per roastery & bake, una per vini e liquori e, infine, una sala da pranzo. Tutti fortemente attrattori. Harrods ha dato un nuovo significato al retail alimentare di lusso, portando in primo piano la produzione teatrale e la competenza. I punti salienti includono la sala della carne, quella del forno con lievito madre e i bonbon dello spazio cioccolato.

BARCELLONA, SPAGNA
LA BOQUERIA

Dopo quasi 800 anni, questo mercato nel centro di Barcellona non ha perso nulla della sua meraviglia: è ancora considerato da molti come uno dei migliori al mondo. Nonostante
il suo fascino turistico, La Boqueria ha evitato le insidie della fama facendo leva sulla
sua autenticità e sulle sue atmosfere per creare un punto di riferimento davvero iconico. I suoi 200 venditori si distinguono come un coro di buongustai: dalle specialità locali Botifarra (salsiccia catalana) a Calcots (verdure invernali) fino a Turro (torrone dolce). Da visitare anche la bancarella trasformata in ristorante El Quim de la Boqueria per le uova fritte con calamaretti.

PARIGI, FRANCIA
LA GRANDE EPICERIE 

Uno spazio che si conferma la crème de la crème dell’esperienza gastronomica francese al dettaglio. La Grande Epicerie è un vero punto di riferimento per la gastronomia parigina. Si respira la sensazione senza tempo dello spazio e il modo in cui la disposizione dei reparti e delle aree di lavoro si concentra sull’artigianato, tutto confermato dagli esperti pâtissier e dai panettieri che, dalle vetrine che si affacciano sulla strada, mostrano le loro abilità di gran talento ai passanti. Foto Daniel Horn

2. PRESENTAZIONE ESEMPLARE DEL PRODOTTO

Uno storytelling visuale che si vende da solo e pone il prodotto a protagonista, come un gioiello nel suo scrigno. Servono:

  • comunicazione di forte impatto
  • originalità nella presentazione
  • efficacia della presentazione del prodotto
  • creatività
  • mix di funzioni diverse in uno stesso luogo
  • costruzione di un’ambientazione eccentrica, unica
  • originalità nel mix di colore tra ambientazione e prodotto
  • dimensioni fuori dal comune
  • integrazione di specialisti d’offerta nello spazio commerciale (stile mercato)

LADPRAO, BANGKOK, THAILANDIA
CENTRAL FOOD HALL

Un’esperienza culinaria unica. Con una superficie totale di 4.370 mq, si tratta di un negozio per buongustai sia locali sia internazionali. Magnete il Central Eatery: si presenta con cucina a vista e menù sempre vari. È posizionato in mezzo ai reparti dei prodotti freschi tra cui un macellaio tedesco, un casaro francese e un panettiere austriaco, creando così un ambiente veramente globale. Il richiamo delle esposizioni di prodotto tenta i visitatori all’assaggio lungo tutto il percorso di spesa. Foto Micha Schulte

MONACO, GERMANIA
DALLMAYR

È la più grande azienda di delicatessen in Europa e uno dei più noti marchi tedeschi di caffè. L’unico negozio si trova nel centro di Monaco e incarna l’eccezionale qualità dei prodotti che producono e distribuiscono a livello globale. Da quando ha aggiunto un ristorante e un caffè-bistrot, Dallmayr è diventato la principale destinazione gastronomica della città per cene e acquisti raffinati. L’interno dagli arredi classici serve a ricordare il mood raffinato del brand. La qualità senza tempo non passa mai di moda. Foto Daniel Horn

DUBLINO, IRLANDA
DUNNES CORNELSCOURT  

Questo retailer in Irlanda ha vissuto una revisione radicale dei suoi negozi negli ultimi anni; un grande esempio è il mercato alimentare di 4.000 mq al Cornelscourt Shopping Centre nel sud di Dublino. Completato nel 2017, i reparti freschi sono una collezione di famosi specialisti alimentari irlandesi, riuniti in un’unica esperienza di shopping. Accanto alle gamme a marchio Dunnes, molteplici le offerte di esperti quali Alternative Bread Company, Sheridans Cheesemongers, Baxter & Greene e James Whelan Butchers, tutti grandi esempi culinari. Foto Daniel Horn

BREMA, GERMANIA
EDEKA WESERPARK

Questo negozio di 6.400 mq di Edeka Minden sfida i preconcetti di ipermercato e delizia i visitatori in ogni momento lungo il percorso. I soliti blocchi di colore e le indicazioni generiche dei reparti sono sostituiti da mondi di marca intensamente teatrali, che motivano e ispirano a esplorare ogni angolo dello spazio. Interessanti il Jungle Juice Bar e l’ampia selezione di salumi e formaggi nel reparto Amore Deli. Foto Love Weber

LONDRA, UK
LA FROMAGERIE  

Qui non vendono solo formaggio, lo fanno vivere! Questo premiato negozio specializzato ha un’incredibile gamma di formaggi, insieme a una selezione di prodotti alimentari freschi
e di articoli per la casa. Il negozio di Marylebone è quello più interessante. Disposto in una serie di stanze interconnesse, l’atmosfera intima trascina direttamente nella loro storia. Si
può prenotare l’intero spazio per una cena di gruppo o una degustazione di formaggio e vino, oppure unirsi al Cheesemonger senior per un’esplorazione del ‘terroir’ nel formaggio.

VARSAVIA, POLONIA
SELGROS  

Questo cash & carry del retailer tedesco Selgros sfida in qualche modo qualsiasi concept legato al formato. Prendendo chiaramente ispirazione dagli specialisti del cibo gourmet, il negozio usa un’architettura di reparto e un visual merchandising su larga scala, fornendo un forte senso di teatralità del cibo, pur restando nei confini del modello di efficienza del C&C. Foto Daniel Horn

TORONTO, CANADA
SOBEYS

Questa catena canadese ha lanciato il suo supermercato di nuova generazione a Orangeville, con una serie di reparti specializzati in alimenti freschi che accompagnano il visitatore in un viaggio culinario. Si tratta di uno store che può rappresentare un esempio di come portare l’esperienza quotidiana del supermercato nell’era moderna. Degno di nota è l’impatto di alto livello dei reparti freschi e i loro sistemi di illuminazione, progettati su misura per ogni area per fornire presentazioni ad hoc dei prodotti in tutto il negozio. Foto Moritz Holzinger

3. SPAZIO E ATMOSFERA

Unicità dell’architettura, dell’ambientazione e della “messa in scena” grazie a:

  • scelte costruttive sostenibili
  • display, comunicazione, originalità nella gestione degli spazi
  • teatralità
  • originalità dell’ambientazione
  • eleganza dell’ambientazione
  • capacità di comunicare relax e calore
  • integrazione tra servizi diversi
  • opulenza dell’offerta
  • design oltre le mode
  • autenticità, tradizione

LONDRA, UK
EATALY  

L’insegna italiana Eataly è sbarcata nella città di Londra, intensificando il servizio di ristorazione e l’esperienza culinaria con l’obiettivo di catturare il pubblico locale nel tempo libero. Interessante il costrutto del viaggio e come lo spazio conduce in un viaggio inconsapevole di scoperta. Un santuario del buon cibo italiano. Che possa o non possa piacere l’esperienza da parco a tema offerta da Eataly, questo negozio è semplicemente imperdibile.

BUSAN, COREA DEL SUD
JAGALCHI MARKET  

“Oiso! Boiso! Soiso!” (Vieni, vedi, compra!): queste le parole che si possono sentire entrando nel più grande mercato del pesce della Corea del Sud, che si estende per oltre 3 km. Tutti i pesci e i frutti di mare sono presentati, sia vivi sia secchi. Una pratica comune è il “hwaleo hwe”, cioè la degustazione di pesce vivo ancora in movimento. La gastronomia integrata è la migliore della classe, i clienti di solito acquistano il proprio pesce e lo fanno cucinare nelle centinaia di ristoranti situati al secondo piano, gli unici in cui portare il proprio cibo per essere preparato.

BERLINO, GERMANIA
KADEWE FOOD ALL  

Occupando l’intero 6° piano dell’iconico grande magazzino KaDeWe, il leggendario foodhall ha subito una magnifica trasformazione in un moderno tempio della gastronomia e può affermare di essere uno dei migliori foodhall in Europa, se non del mondo. È uno spazio elegante e di classe, con alcune fantastiche marche di cibo all’avanguardia. Un esempio su tutti: le salutari ciotole vegane di Daluma.

WIESBADEN, GERMANIA
REWE WIESBADEN-ERBENHEIM   

La sostenibilità ha raggiunto il massimo livello di priorità per i consumatori, quindi non sorprende che i retailer ne stiano facendo una delle loro principali aree di investimento. Molte le iniziative messe in campo in tutte le attività, compresa le realizzazione di negozi sostenibili. Uno dei migliori esempi olistici è Rewe Wiesbaden, costruito in legno, con una fattoria sul tetto e con un uso intelligente della luce naturale per ridurre il consumo energetico. Foto Rewe/Jürgen Arlt

4. RENDERE ATTRAENTE IL READY TO EAT

Offerta e soluzioni convenienti e di tendenza. Assaggiare e vivere l’esperienza con:

• qualità dell’esperienza di ristorazione
• livello di socialità
• originalità dell’ambientazione dell’area food e dell’offerta gastronomica
• semplicità
• approccio pop up
• aria di novità in un format tradizionale
• qualità del design allineato alla tipologia di offerta
• richiamo alle tradizioni locali o ad aspetti specifici del luogo
• livello di integrazione tra retail e ristorazione
• laboratori di produzione in loco

ZURIGO, SVIZZERA
BRIDGE  

È un negozio sperimentale di Migros in Svizzera, un concetto ibrido veramente innovativo che combina bene le caratteristiche di un supermercato, di un mercato e di una zona ristorante. Il programma di commercianti locali e pop-up dà al negozio un’atmosfera sempre diversa. La cucina del laboratorio offre uno spazio unico di socializzazione, mentre i reparti specializzati in alimenti freschi mostrano soluzioni selezionate e presentazioni premium. Semplicemente delicato. Foto Love Weber

LAURALES, COLOMBIA, SUD AMERICA
EXITO WOW  

Si tratta del secondo negozio Wow del Grupo Exito in Colombia, che sviluppa un concetto di ipermercato di nuova generazione per mostrare l’innovativa fusione del gruppo tra shopping fisico e online. I servizi online e offline arricchiscono e facilitano l’esperienza del cliente. Per esempio, il robot Otti in negozio offre assistenza su comandi vocali dati dal cliente, mentre i carrelli intelligenti permettono ai consumatori di visualizzare le ricette e navigare più facilmente nel negozio. Presente un angolo dedicato al click- and-collect per il ritiro della spesa. All’interno del negozio ci sono anche varie aree che invitano ad allungare la permanenza nello store come la food hall, che offre prelibatezze locali e salutari, piuttosto
che uno spazio di co-working dove prendere una tazza di caffè e fare una chiacchierata. Exito Wow Laureles dimostra che lo shopping online e offline possono lavorare insieme con successo.

KIEW, UCRAINA
GOODWINE  

Il brand GoodWine ha iniziato la sua attività come azienda di importazione di vino, poi con il lancio di questo negozio si è lanciata coraggiosamente nel mondo del cibo gourmet e della gastronomia, naturalmente reso più attrattivo dall’invidiabile offerta di vini. Lo store propone un’eccellente gamma di prodotti in un ambiente accogliente e moderno. La gente si siede a mangiare e bere in uno spazio fluido, dove si integrano gli espositori in ogni angolo del negozio, compreso un ristorante gourmet integrato che serve aragoste, un sushi/champagne bar, una caffetteria invitante e un angolo di degustazione di vini.
Foto Love Weber

UTRECHT, PAESI BASSI
JUMBO FOODMARKT

Per gli amanti del cibo, Jumbo Foodmarkt è da non perdere. Questo store, in particolare, ha un’atmosfera speciale: situato in un vecchio magazzino, offre un assortimento di specialisti del cibo, dal sushi appena fatto ai piatti casalinghi della cucina italiana, asiatica e olandese, da gustare a casa o sul posto nel Jumbo Foodmarkt Café. C’è anche la Jumbo Academy, che funge sia da scuola di cucina sia da cucina sperimentale. Un luogo che sprigiona energia grazie anche al personale che dimostra subito di avere una chiara passione per il servizio. Foto Marco De Swart

NEW YORK, USA
WEGMANS  

Quando Wegmans arrivò a New York con questo negozio, la sua awareness fu ulteriormente rafforzata. Situato a Brooklyn Navel Yard, pur essendo di ampie dimensioni, le sue proporzioni non limitano il piacere di una visita diventando un punto di riferimento di New York. Interessante la disposizione destrutturata sul modello mercato europeo, pieno di prodotti e di innovazioni. Parliamo di una mecca del ready-to-eat, con una stazione per la pizza pronta in quattro minuti, un banco sushi e un caffè/panetteria. Le novità includono la cottura dell’aragosta sul posto, la confezione da 6 di birra artigianale, un cocktail bar al livello mezzanino.

DÜSSELDORF, GERMANIA
EDEKA ZURHEIDE

Con più di 10.000 mq, oltre 60.000 prodotti (molti dei quali gastronomici), eventi gourmet esclusivi, Edeka Zurheide a Düsseldorf può rivendicare a buon diritto il titolo di “paradiso alimentare”. Distribuito su due livelli con una gamma unica di prodotti, Zurheide non è il solito supermercato: accanto a una serie di diversi concetti gastronomici (tra cui un mozzarella Bar, champagne Bar e un prosciutto Bar), questo negozio vanta anche un proprio ristorante stellato Michelin. È un’offerta e un’esperienza gastronomica senza pari, adatta agli intenditori.

5. INNOVAZIONE OMNICANALE E DIGITALE

Integrare l’esperienza di vendita nell’ecosistema digitale tramite:

• adottare tecnologie friendly per umanizzare la relazione e l’esperienza d’acquisto
• rendere fluido il passaggio tra fisico e digitale
• capacità di semplificare
• efficacia del modello omnicanale che affianca un’esperienza fisica eccezionale
• intelligente fusione tra strumenti e servizi
• nuove frontiere veloci ma facili nei pagamenti
• possibilità di interagire tra cliente, insegna e brand in maniera pervasiva, ma non invasiva

BOGOTA, COLOMBIA
CARULLA FRESH MARKET  

Questo format è il risultato di un importante investimento da parte di Casino Groupe per offrire ai clienti colombiani un’esperienza di shopping premium. Nello spirito del comportamento responsabile del consumatore e supportato da un mix di innovazioni digitali, i clienti possono pagare tramite il riconoscimento facciale e vari sistemi di auto- pagamento che funzionano con l’intelligenza artificiale. Inoltre, ci sono chioschi informativi digitali, etichette elettroniche, e-locker, drive-thru C&C e Lu, il robot sociale di Carulla,
che aggiunge un elemento divertente all’esperienza di shopping. Viene offerto anche un servizio in cui è possibile fare acquisti restando a bordo della propria auto.

(da Gdoweek n. 19, 14 dicembre 2021)

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome